Avete trovato un errore
nei contenuti?

MammBook

Salute in gravidanza

In questo gruppo le donne in gravidanza possono discutere della salute del bambino, delle visite mediche e delle analisi a cui si sottopongono durante i 9 mesi di gestazione

Aggiungere blog Aggiungi Album
...
30 ottobre 2015 13:28 Roberta aggiunto il nuovo diario

Distacco della placenta

Io purtroppo durante la prima gravidanza ho avuto due minacce d'aborto, entrambe per distacco della placenta.

Il distacco della placenta si verifica quando c'è un'emorragia dietro la placenta, il sanguinamento può essere limitato all'area posteriore alla placenta, per cui non si hanno perdite di sangue dalla vagina.

Se invece l'emorragia è estesa si hanno dolori forti e l'utero diventa duro e teso.

Quando il distacco è grave, la placenta si separa dall'utero e lo scambio di ossigeno e sostanze nutritive tra madre e feto si riduce.

Il problema ha una gravità variabile, ma se il distacco è completo il feto non riceve più ossigeno e può sopravvivere solo per pochi minuti; pertanto se il feto è ancora vivo quando il distacco viene diagnosticato, si fa partorire la donna il più in fretta possibile, di solito con il taglio cesareo, anche se in questo caso il bambino purtroppo potrebbe morire.

Quindi sanguinamenti vaginali dopo la 24esima settimana vanno valutati con opportune analisi, che saranno tanto più approfondite tanto maggiore sarà la gravità del sanguinamento e in generale hanno lo scopo di di escludere cause gravi.

La vagina viene esaminata con uno strumento chiamato speculum, che consente di osservare la vagina e la cervice.

Se la perdita di sangue si è verificata dopo un rapporto sessuale è probabile che il sangue venga dalla vagina o dalla cervice e che quindi non sia nulla di grave.

Generalmente viene fatta anche un'ecografia per visualizzare la sede della placenta e cercare eventuali coaguli di sangue retrostanti.

Si può anche valutare la frequenza cardiaca fetale epuò rendersi necessario il ricovero in ospedale fin che  le perdite non si stabilizzano.

Nl mio caso si era formato un coagulo di sangue tra l'utero e la placenta, sono dovuta stare in assoluto riposo per un mese intero e assumere aspirinetta tutti i giorni e prendere Buscopan al bisogno perché avevo contrazioni.

Nel giro di un mese effettivamente la situazione era rientrata e io ho ripreso a respirare :-)

Per ora invece tutto procede bene, speriamo continui così :-D

...
...
29 ottobre 2015 13:34 Lucia Calzavara aggiunto il nuovo diario

Insonnia

Mai come in queste notte sono insonne, anche con la gravidanza di Margherita ne ho sofferto ma verso gli ultimo mesi, qui invece iniziamo molto prima direi e non c'è nulla di peggio di una mamma che riposa male, soprattutto io che divento intrattabile e la povera Margherita ne risente molto. Ci sono però alcuni accorgimenti da avere per cercare di rimediare al problema:
1) dopo pranzo evitare la caffeina in qualsiasi sua forma quindi eliminare il caffè ma anche il cioccolato;2)Acqua di giorno, bevete durante il giorno gli otto bicchieri consigliati, fatelo anche la sera ma evitatelo di notte non avrete così il bisogno del continuo andare al bagno3)ginnastica solo di giorno, l'esercizio fisico fa molto bene anche in gravidanza ma fatelo di giorno perché se praticate esercizi fisici a ridosso dell'ora di coricarsi può danneggiare il sonno4)uno snack prima della buonanotte, per evitare attacchi di fame e crampi allo stomaco mangiate qualcosa prima di coricarvi o bevete latte caldo ma evitate gli zuccheri come la peste, danno troppa energia.5)Un bagno caldo prima della nanna aiuta sicuramente a rilassarsi e favorisce il buon riposo6)Lasciate aperta una finestra, l'aria fresca è soporifera e se fuori piove allora cercate di rinfrescare la stanza con ventilatore o condizionatore7)Fate l'amore, se siete dell'umore adatto fate l'amore o chiedete al vostro compagno di farvi un massaggio sono molto rilassanti8)Esercizi di relax: praticate esercizi rilassanti come lo yoga9)Lasciate accesa in bagno una lucina da notte eviterete così di svegliarvi del tutto ogni volta che dovete andarci.Provare per credere, questi consigli daranno sicuramente dei risultati

...
...
24 ottobre 2015 23:11 Eugenia aggiunto il nuovo diario

Come fare girare il bimbo in testa giù?

Ragazze, magari qualcuna aveva lo stesso problema come me, non voglio fare il cesario!!! Come si fa a far girare il bimbo in testa giù, sono alla 33 settimana! manca poco! il bambino ormai è grande, e addirittura supera il peso di 300 grammi. Ho letto su internet che esistono alcuni esercizi yoga tipo la candela per far girare il bambino, ma ho dei dubbi e anche un pò di paura. magari qualcuna aveva già fatto le cose del genere? Se facessi lo yoga durante tutta la gravidanza sarebbe un'altra cosa, ma io sinceramente faccio solo la ginnastica normale e neanche ogni giorno. Non so cosa fare e inizio andare in panico.0cb442bd3dd72c3bc566d37782169779.jpg

...
...
19 ottobre 2015 16:00 Laura aggiunto il nuovo diario

Rimedi per il mal di schiena

Mal di schiena in gravidanza..credo che tutte ne soffriamo!!! Con l'aiuto di in amico fisioterapista vi do qualche rimedio

I rimedi che suggerisco possono alleviare il dolore alla schiena e vanno dal mantenere una corretta postura, al praticare movimento e attività fisica, senza escludere il ricorso a trattamenti complementari.

La postura

Con il proseguire della gravidanza, il centro di gravità si sposta in avanti. E' quindi possibile che per evitare cadute si compensi portando il busto all'indietro. Questa può essere una possibile causa del mal di schiena. E' bene ricordare e mettere in atto i seguenti suggerimenti:
•Stare dritte con il busto.
•Mantenere alto il petto.
•Mantenere le spalle indietro e rilassate.
•Non bloccare le ginocchia.

Quando è possibile, assumere una posizione confortevole utilizzando un supporto stabile. Se siete obbligate a stare in piedi per lungo tempo si può riposare appoggiando un piede su uno sgabello basso.

Mantenere una buona postura anche da sedute. Scegliete una sedia che sostenga la schiena, se occorre sistemate un cuscino dietro sulla spalliera. Appoggiate i piedi su una pedana o uno sgabello basso.

Le scarpe

Indossare scarpe con un tacco basso e che abbiano un buon supporto per l'arco plantare. Evitare le scarpe piatte.

Uno strumento che può rivelarsi utile è la fascia elastica per gestanti. Non ci sono abbastanza dati scientifici sulla sua efficacia, tuttavia alcune donne trovano il sostegno supplementare utile.

Sollevare i pesi

Il sollevamento di pesi eccessivi deve essere evitato. Quando si solleva un piccolo oggetto, abbassatevi piegando le gambe e per tirarvi su fate forza sempre sulle gambe. Non piegatevi in vita e non alzate il peso utilizzando la schiena. Soprattutto non rischiate e chiedete aiuto in caso di bisogno.

Riposare su un fianco

Riposate su un fianco e non sulla schiena, con una o entrambe le ginocchia piegate. Può essere di aiuto tenere un cuscino tra le ginocchia piegate o sotto l'addome e dietro la schiena.

Il caldo, il freddo e il massaggio

Per alleviare il dolore si può tentare con il caldo utilizzando impacchi sulla schiena (esistono anche strumenti elettrici). In alternativa provare con impacchi di ghiaccio. Anche strofinare la schiena potrebbe aiutare.

Fare attività fisica regolare

L'attività fisica corretta e regolare può aiutare a mantenere la schiena forte e potrebbe effettivamente alleviare il dolore durante la gravidanza. Parlatene con il vostro medico per farvi consigliare alcune attività dolci come camminare o fare esercizi in acqua.

Sono diversi gli esercizi che possono essere svolti in gravidanza e che il vostro specialista può consigliare. Per approfondire visita la nostra sezione dedicata alla Ginnastica in gravidanza.

Possibili terapie complementari

Potete tentare con l'agopuntura, alcune ricerche suggeriscono che può aiutare ad alleviare il dolore alla schiena, tuttavia il risultato non è sicuro. Per molte donne il trattamento chiropratico sembra produrre del beneficio. In ogni modo, se state valutando la possibilità di una terapia complementare, parlatene prima con il medico che vi segue.

Quando va consultato il medico curante

Se si avvertono forti dolori alla schiena durante la gravidanza o il mal di schiena persiste da più di due settimane, parlate con il sanitario che vi segue. Il medico valuterà l'opportunità di prescrivere del paracetamolo o altri trattamenti.

Va tenuto in considerazione che il mal di schiena in gravidanza potrebbe essere un segno di parto pretermine.

Se il dolore alla schiena è accompagnato da sanguinamento vaginale, febbre o bruciore durante la minzione, è il caso di ricorrere al medico il prima possibile.

...
...
16 ottobre 2015 15:34 Emanuela aggiunto il nuovo diario

La scelta del medico pediatra.

Durante la gravidanza, la futura mamma deve sottoporsi ad una serie di esami e visite di routine, di controllo, esami consigliati e tanto altro. Ma un'altra questione che i genitori a cui sono chiamati a rispondere è sulla scelta del medico pediatra. E bene quindi, prepararsi per tempo e dedicarsi alla ricerca del medico che ritenete più adatto alle vostre esigenze, almeno alcuni mesi prima della nascita. Ci sono regioni che assegnato il medico pediatra in maniera quasi automatica, in base alla residenza, altre che lasciano un po di autonomia nella scelta. Ovviamente, per una questione più che logica il pediatra è opportuno che sia in un luogo piuttosto vicino al bambino, in modo da raggiungere lo studio con facilità. E' bene, comunque, aver chiaro quali sono le caratteristiche che maggiormente ci interessano. Alcuni genitori, ad esempio, si trovano più a loro agio con un medico non troppo pignolo, altri invece desiderano essere guidati anche nei particolari. Ancora, genitori che preferiscono un medico più anziano, con un bagaglio di esperienza maggiore rispetto ad un medico più giovane e con poco esperienza. A mio parere sarebbe meglio programmare una visita con il pediatra che vorreste scegliere. Non c'è modo migliore che incontrare di persona qualcuno per sapere se vi farà sentire a proprio agio da raccontagli ogni vostro dubbio o perplessità. In questo momento avrete una visuale più completa su come vengono eseguite le visite di controllo, se il medico si avvale dell'assistenza di qualche infermiere specializzato, quale ospedale fanno riferimento, gli orari di visita, i costi di visite specializzate e tanto ancora. Ma l'elemento che fa senz'altro la sua differenza, è la continuità nell'assistenza, ossia il bambino viene seguito da un'unica persona in modo che il medico possa conoscere le vostre esigenze e contemporaneamente da mettere a proprio agio anche il bambino. In questa prima visita scegliete un paio di argomenti da poter discutere come ad esempio l'opinione sull'allattamento, lo svezzamento o qualsiasi altro argomento e fate molta attenzione al vostro stato d'animo durante questo incontro. Se siete a vostro agio, con tutta probabilità avete trovato il pediatra che fa al caso vostro, in caso contrario è meglio continuare la ricerca.

...
...
8 ottobre 2015 15:21 Laura aggiunto il nuovo diario

Reflusso in gravidanza

Vorrei parlarvi di un disturbo di cui ho sofferto molto durante la gravidanza quando aspettavo Igor,in questa invece per fortuna non soffro di reflusso.
É  uno dei disturbi più comuni in gravidanza: una fastidiosa sensazione di acidità e di bruciore alla bocca dello stomaco, che può irradiarsi verso l'alto fino a raggiungere la gola. In genere, riguarda soprattutto l'ultimo trimestre di gravidanza, ma può comparire anche nei primi mesi.
 È  tutta colpa degli ormoni e dell'aumento delle dimensioni dell'utero.
Le cose peggiorano con l'avanzare della gravidanza, perché l'aumento di dimensioni dell'utero fa sì che questo spinga sullo stomaco, deformandolo leggermente e rendendo ancora meno "precisa" la chiusura da parte della valvola  che chiude la bocca dello stomaco.  Risultato: gli episodi di reflusso gastroesofageo  - e dunque di bruciore e acidità - possono diventare sempre più frequenti e fastidiosi.
 
 In molti casi, possono bastare alcuni semplici accorgimenti per ridurre il rischio di soffrire di bruciore di stomaco:

 

1. Pasti: meglio leggeri ma frequenti. Più lo stomaco è pieno, maggiori sono le probabilità che il suo contenuto acido riesca a risalire. L'ideale è organizzarsi per mangiare almeno cinque volte durante il giorno: tre pasti principali (colazione, pranzo e cena) e due spuntini

 

2. Evitare gli alimenti "a rischio". No a cibi fritti e speziati, a cibi troppo acidi come pomodori, agrumi e succhi di frutta, a prodotti come cioccolato, té, caffé, menta e bevande gassate. Sì a tisane a base di malva o camomilla, che aiutano lo stomaco a rilassarsi.

3. No anche a bevande alcoliche e al fumo.

4. Preferire un abbigliamento comodo: gli indumenti troppo stretti sull'addome possono premere sullo stomaco, peggiorando la situazione.

 
5. Non coricarsi subito dopo aver mangiato. La posizione sdraiata può favorire il reflusso. Per questo meglio evitarla per almeno tre ore dopo i pasti.

6. Per la notte, può essere d'aiuto dormire in una posizione leggermente inclinata, con la testa e la parte superiore del tronco appena sollevata.

 
 Ci sono diversi farmaci che possono essere usati in gravidanza per combattere il bruciore di stomaco,sempre e solo sotto la supervisione di un medico.

...
...
5 ottobre 2015 21:34 Emanuela aggiunto il nuovo diario

Lo Zucchero ??

Abbiamo ormai sentito dire in diverse occasioni che lo zucchero bianco risulta dannoso per il nostro organismo. In quanto prodotto in laboratorio con aggiunta di sostanze e sbiancanti vari. Subisce diverse trasformazioni tanto da perdere qualsiasi proprietà nutritiva. Tantissimi sono gli effetti dannosi, basti pensare al diabete, provoca carie ai denti, dipendenza, aumenta la glicemia ed ovviamente l'odioso aumento di peso, tanto odiato dalla donne. Allora perché non sostituirlo con dei dolcificanti naturali che svolgono la stessa funzione ma risultano meno dannosi per il corpo. Ad esempio, lo zucchero di canna (ricavato appunto dalla canna dello zucchero) si presenta di colore ambrato e più grossolano rispetto a quello bianco. Lo zucchero di canna mantiene diverse vitamine e anche sali minerali, però mantiene un indice glicemico abbastanza elevato. Io uso moltissimo il Miele, con il caffè, le tisane, con le fette biscottate ecc però è bene evitarlo in cottura perché perde tutte le proprietà nutrizionali. Poi, il miele ha proprietà antinfiammatorie, può essere tranquillamente utilizzato per calmare la tosse: spesso ai bambini (con età superiore ai due anni) è solito porgergli un bicchiere di latte caldo e miele. La stevia, è la regina dei dolcificanti naturali essendo priva di calorie (ideale per i diabetici), svolge comunque la funzione dolcificante anche se ha un retrogusto di liquirizia, per cui non è amato da tutti.

...
...
4 ottobre 2015 15:01 Elena aggiunto il nuovo diario

Esami

Gli ultimi esami del sangue hanno mostrato che dovevo fare quell'esame aggiuntivo della curva glicemica. L'altra volta avevo già fatto, ed è stato nauseante! Dovevo a stomaco vuoto bere quasi un bicchiere dello sciroppo e poi aspettare lì, al centro degli esami, un paio di ore (o un'ora? non mi ricordo, ma mi sembrava di aspettare un secolo) per misurare il mio livello di "tolleranza". L'ho superato bene, il livello dello zucchero si era ritornato alla prima misurazione, quindi a posto. Questo anno devo fare la stessa cosa! Non penso che questi aumenti del livello della glicemia sono dovuti al fatto che mangio tanta frutta?!! Ma nel frattempo io non mangio i dolci, solo con la frutta mi sfogo. Avevo pregato al centro degli esami di farmi una misurazione "semplificata" cioè venire lì, misurare glicemia, tornare a casa e mangiare qualcosa che non sia dolce, poi aspettare un'ora e tornare di nuovo a misurare. E la cifra deve essere la stessa! Niente, hanno detto di no, devo proprio bere quello sciroppo schifoso e stare lì. Niente da fare!

...
...
2 ottobre 2015 21:24 Lucia Calzavara aggiunto il nuovo diario

Il calendario degli esami e delle visite

È giusto che tutte le donne in dolce attesa sappiamo quali esami e visite devono fare durante la gravidanza ma soprattutto siano a conoscenza di quando farli. Il calendario che io scriverò sono gli esami e le visite standard,poi se siete seguite da uno specialista scrupoloso potreste trovarvi a farne qualcuno in più.
 Entro la 13 settimana:-Emocromo completo-Gruppo sanguigno-Fattore Rh-Transaminasi (AST e ALT oppure GOT e GPT)-Rubeo test-Toxotest-Reazioni sierologiche per sifilide-HIV-Glicemia-Test di Coombs indiretto-Esame completo delle urine
Tra la 10ma e la 18ma settimana:-Prima ecografia ostetrica
Entro la 2ma settimana-Translucenza nucale e bitest
Tra la 19ma e la 23ma settimana:-Esame completo delle urine-Seconda visita ginecologica-Seconda ecografia (morfologica)
Tra la 24ma e la 27ma settimana-Esame del sangue per il dosaggio della Glicemia-Esame completo delle urine
Tra la 28ma e la 32ma settimana-Emocromo completo-Ferritina-Esame completo delle urine-Terza ecografia
Tra la 33ma e la 37 settimana-Esame del sangue completo di Emocromo HBsAg(ricerca virus epatite B)-HCV(ricerca anticorpi contro epatite C)-Esame completo delle urine
Tra la 38ma e la 40ma settimana-Esame completo delle urine
Dal termine della 40ma settimana-Eventuale ecografia su specifica del ginecologo-Cardiotocografia

...
...
29 settembre 2015 22:54 Eddi aggiunto il nuovo diario

Citomegalovirus

Il citomegalovirus è un virus comune e in genere poco pericoloso fatta eccezione in gravidanza. Negli adulti si manifesta con qualche linea di febbre protratta per settimane, malessere generale e mal di gola. Sintomi comuni ad altre lievi patologie, per questo nella maggior parte dei casi normalmente non ci accorgiamo di aver contratto il virus. In gravidanza, invece, è bene stare molto attenti: non comporta particolari rischi per la madre ma risulta molto pericoloso nel caso l'infezione contagi il feto, soprattutto nei primi mesi di gestazione, in quanto il feto non ha ancora sviluppato difese immunitarie, di conseguenza privo di ogni tipo di protezione. In tal caso il virus può risultare molto dannoso fino a portare cecità, problemi di udito oppure causare, in seguito, ittero o convulsioni e l'aborto spontaneo. L'unico modo per sapere, se si è già contratto questo tipo di infezione, è quello di eseguire un specifico esame del sangue al fine di verificare la presenza o meno degli anticorpi. In questo modo siamo in grado di definire se l'infezione è in corso o se la malattia è stata contratta in passato (in tal caso avremmo sviluppato gli anticorpi). La mia ginecologa, in diverse occasioni, essendo risultata negativa al test (cioè non avevo gli anticorpi) a seguito di influenza o febbre, mi ha fatto eseguire l'esame del sangue proprio perché sapere esattamente  quando è in corso un'eventuale infezione è importantissimo,  sia per le conseguenze che per gli eventuali metodi di cura. Nel dubbio, l'amniocentesi è l'unico esame che ci permette di sapere con certezza se il feto è stato contagiato o meno. Questo virus si trasmette attraverso il contatto di sangue, saliva, urina e latte materno perciò per ridurre il rischio di infezione è sufficiente evitate contatti ravvicinati con bambini, se la madre ha altri figli piccoli, lavarsi spesso le mani (una buona igiene è indispensabile) soprattutto dopo il cambio del pannolino o dopo avere pulito naso e bocca del bambino. Infine, evitare luoghi troppo affollati in quanto si può trasmettere per via aerea.

...
...
29 settembre 2015 00:08 Eugenia aggiunto il nuovo diario

Acido folico

Ciao ragazze incinta, quale integratore o multivitamine prendete? Io ho preso dal negozio di Erboristeria l'integratore per le donne in gravidanza, si prendono due capsule al giorno e come valori ci sono sui 400 mg di acido folico. Ho letto che è quasi la cosa più importante in gravidanza, perchè abbiamo bisogno ogni giorno di questo acido che non si accumula nell'organismo. Però stavo pensando di prendere solo una delle capsule al giorno di questo integratore e aggiungere però l'acido folico a parte, che si può comprare in farmacia. Perchè secondo me quando mettono in queste capsule tutte le vitamine e i minerali insieme questi dopo non si assorbono bene, vanno in confusione. Intanto mangio anche tanta verdura verde, gli spinaci, la frutta, i fagioli, le noci ecc, cioè tutti i prodotti ricchi di acido folico naturale.

...
...
19 settembre 2015 00:05 Elena aggiunto il nuovo diario

Le ossa

Questa settimana o ultimi 10 giorni sento sempre un crack quando mi alzo dal letto o dalla sedia o quando mi stendo. Il crack viene dalle ossa del bacino, di sicuro, perché sento che proprio in mezzo alle gambe. Non mi fa male per niente ma all'inizio ma faceva un pò paura. Con Marco è successo un paio di volte (o un paio di giorni, non mi ricordo bene) ma non così forte! Quindi le mie ossa si stanno dilatando? La domanda è se si ritornano dopo come prima? E per caso non è che mi manca qualche minerale magari devo semplicemente aggiungere i prodotti ricchi di calcio nella dieta? Mangio sempre lo yogurt e il formaggio, alla mattina anche il latte, abbastanza spesso mangiamo il pesce che io adoro. non dovrebbero esserci i problemi della mancanza del calcio... Con questi crack mi sento lo scheletro!

...
...
17 settembre 2015 23:49 Eugenia aggiunto il nuovo diario

caffè

Ciao a tutte! Ragazze incinta
cosa ne dite del caffè in gravidanza? Io ho la pressione abbastanza bassa e ho
sempre bevuto il caffè alla mattina, per 
tutta la vita! Anche in prima gravidanza alla mattina prendevo il mio
cappuccio! Adesso che sono più che alla metà ci sto pensando che magari è il
momento per prendere almeno il cacao oppure l'orzo. Ma il problema è che non mi
piace e non mi fa stare sveglia. Lo bevo perché non mi fa dormire e posso fare
tutte le faccende domestiche e stare dietro al figlio. Magari compro questo
l'orzo e ci provo.

...
...
10 settembre 2015 09:44 Deborah aggiunto il nuovo diario

Traslocazione

Traslocazione. Quale immenso parolone per dire che due pezzetti di cromosomi si sono invertiti. Io ho questo difetto genetico: una traslocazione, appunto, bilaterale bilanciata dei cromosomi 1 e 8 ereditata da mia mamma. Che cos'è questa traslocazione? Niente di particolare, in sostanza un pezzetto del mio primo cromosoma è andato ad incastrarsi perfettamente ( ecco perchè bilanciata ) nell'ottavo e di conseguenza il pezzetto occupato nell'ottavo è andato a bilanciare, anche lì perfettamente, il primo. Questo difetto genetico, fisicamente, non comporta nulla di negativo, anzi, penso di essere la persona più sana del mondo..  Come tutti i difetti genetici salta la generazione e quando vorrò dare un fratellino o una sorellina ad Elisabetta sarò contrassegnata come "gravidanza a rischio". Eh si, purtroppo c'è la possibilitá che la traslocazione non venga perfettamente bilanciata facendo risultare il fagiolino incompatibile con la vita rischiando quindi un aborto. È vero che mi han detto che non sempre salta la generazione e che il tutto dipende da una serie di fattori legati anche al mio compagno.. Ma, nel caso, dovrei fare una bella amniocentesi e sperare che il prossimo o prossima non abbia nulla, così come Elisabetta. 

...
...
9 settembre 2015 14:52 Eddi aggiunto il nuovo diario

Destinazione Ospedale: cosa mettere in valigia.

A noi tutte ci hanno consigliato di preparare la valigia per ospedale al 7 mese circa. Nel caso il bebè abbia fretta di nascere la valigia è già bella pronta in un angolino della camera da letto. Spesso, negli ospedali, consigliano cosa introdurre per la mamma e cosa introdurre per il nascituro. Per la mamma: assorbenti post-parto, mutandine a rete, detergente intimo e camicia da notte o pigiama in cotone con davanti sul davanti per facilitare l'allattamento. Ma nei negozi specializzati mi è capitato di vedere anche le cosiddette camicia per il parto. Nient'altro che una t-shirt bianca che arriva sopra il ginocchio ma con un prezzo quantificato almeno per una serie di t-shirt. Per fortuna un'amica mi ha sconsigliato di acquistarla in quanto inutile. Io in sala parto sono entrata con una camicia da notte normalissima e una volta sul lettino sono rimasta per tutto il tempo in reggiseno e ancora sudavo. Ma non mi sono scordata di mettere in valigia anche il fiocco nascita di Sabrina che mia cognata aveva fatto fare per l'occasione. Non in tutti gli ospedali c'è questa abitudine infatti credo che appeso ci fosse solo il nostro.

2da7a263fa127a050a915b8aa220944f.jpg

...
...
7 settembre 2015 14:48 Elena C. aggiunto il nuovo diario

Test di screening o indagini non invasive

La mia prima gravidanza è avvenuta all'età di 32 anni non rientravo quindi nella categoria di donne alle quali vine consigliata la villocentesi o l'amniocentesi, ma mi son sottoposta pure io a degli altri test di screening non invasivi, i quali permetto lo stesso di valutare la salute del feto senza però mettere a rischio la gravidanza. Questi test sono la translucenza nucale e il bitest . Questi test al contrario degli altri non offrono certezze ma solo indicazioni sulle probabilità che il bambino sia sano o meno, ricordo ancora la paura nell'attendere i risultati,( avendo mia marito una sorellina down il prof. che mi aveva in cura mi disse che se i valori di questi tre esami erano sballati avrei dovuto sottopormi ad amniocentesi o villocentesi) La translucenza nucale è la misurazione dello spessore della nuca del feto e si effettua di norma tra l'undicesima e la tredicesima settimana mediante un'ecografia, questo esame ha un indice di correttezza pari a circa l'80%.Il bitest consiste invece nel prelievo di sangue materno per il dosaggio delle sostante betaHCG e PAPP-A che in feti affetti da trisomia 21 sono alterati rispetto ad un feto sano. Questo esame ha una correttezza pari al 70%Personalmente ho fatto questi due test in combinata per ottenere un risultato che si aggirava per correttezza al 90% almeno così mi spiegò il medico che mi seguiva.Fortunatamente ripeto, mi sono fermata a questi due test e ricordo come fosse ieri che l'infermiera di turno non riusciva a trovarmi le vene per praticare l'esame del sangue, il professore era infuriato veramente e da quel giorno non vidi più quell'infermiera, che povera non era nemmeno colpa sua se le mie vene sono sottili e non si sentono.Tra i miei appunti ho trovato per chi servisse anche il numero del Filo Rosso Genetico che si occupa nello specifico di malformazioni genetiche 0882416291 magari a qualcuno può tornare utile

...
...
7 settembre 2015 13:43 Claudia aggiunto il nuovo diario

Gravidanza, non malattia!

Parlando ieri con un amica di famiglia incinta, ho capito che o sono stata io troppo fortunata e non mi sono fatta problemi di nessun tipo o ci sono troppe mamme ansiose su tutto!
Le mie gravidanze posso dire siano state perfette,mai una nausea,tanto bruciore di stomaco e reflusso ma non l'ho ritenuto un ostacolo a svolgere la mia normale vita pre-gravidanza.
Giri in bici,pulizie e tutte le cose che non mettevano a rischio nè me  nè i piccoli che portavo in grembo!
Con la seconda poi,volere o volare non potevo stare con le mani in mano.
Ovviamente ci vuole un limite a tutto,ma la gravidanza se non è a rischio,non è un malattia.
Questa ragazza non toccava il gatto,non puliva l'insalata,la borsa gliela portava il marito,non guidava...ecchecavolo!
Io poi non ho molto tatto nel dire le cose,spesso lo faccio con sarcasmo pungente.. Speriamo di averle fatto capire che può vivere serenamente,sennò quando avrà il bambino piccolo temo che l'ansia la divori :)

...
...
4 settembre 2015 15:14 Eddi aggiunto il nuovo diario

Amniocentesi..

L'amniocentesi è un altro esame che consiste nel prelievo del liquido amniotico presente. Questa procedura permette sia effettua la diagnosi prenatale, ossia permette di individuare eventuali problemi nei cromosomi; in particolare è in grado di rilevare alcune malattie ereditarie e del sistema nervoso centrale. La più conosciuta è la cosiddetta Sindrome di Down. Se dall'analisi del liquido amniotico risulta qualche anomalia cromosomica i genitori possono decidere di ricorrere, purtroppo, all'aborto. Anche questo non è un esame obbligatorio, ma consigliato alle donne con età superiore ai 35 anni.  Anche questo esame, sotto controllo ecografico, avviene introducendo un ago nell'addome materno per prelevare il liquido presente nel grembo materno. L'esame deve essere eseguito tra la quindicesima e diciassettesima settimana di gestazione e il rischio di aborto si riduce al minimo. L'esame va a buon fine se il medico riesce a prelevare tra i 15 e 20 ml di liquido. Bene, consapevole di come si svolgeva questo esame, mi presentai in laboratorio. Visto i precedenti, mi assicurai in primis che il medico in turno non fosse la persona che esegui inutilmente la villocentesi la volta precedente e poi che l 'ecografo funzionasse. Appurato questo, feci l'esame abbastanza serenamente. Purtroppo la dottoressa fece non uno, bensì due tentativi di prelievo. A suo dire non c'era abbastanza liquido amniotico. Incominciai ad avere delle riserve sulla competenza del personale ospedaliero ma soprattutto l'incubo di rifare il medesimo esame entro i termini previsti. La cosa certa è che non avrei ripetuto l'esame in quella struttura. Mi sono rivolta ad un altro ospedale e il medico esegui il prelievo in due minuti e per fortuna, senza alcuna complicazione. 

...
...
4 settembre 2015 09:24 Eddi aggiunto il nuovo diario

Villocentesi.

Come sappiamo a titolo preventivo le neomamme vengono sottoposte ad una serie di esami diagnostici per il controllo dello stato di gravidanza. La villocentesi, o comunemente chiamata anche prelievo dei villi coriali, è una procedura normalmente invasiva che permette il prelievo di alcuni frammenti di tessuto coriale (parte della placenta vicino all'attaccatura del cordone ombelicale) esaminati entro la dodicesima settimana di gestazione, per ottenere informazioni precise sulle malattie cromosomiche e genetiche presenti nel feto materno. Il prelievo avviene introducendo un ago attraverso l'addome materno sotto controllo ecografico. Affinchè l'esame vada a buon fine è necessario che il medico riesca ad aspirare una quantità tra i 10 e 15 mg. In caso contrario l'esame dovrà essere ripetuto. Io per scelta ho deciso di sottopormi a questo esame, perché essendo molto ansiosa, volevo avere la consapevolezza di aver fatto il possibile per avere una gravidanza tranquilla e serena. Questo esame non veniva eseguito  a tutte le donne; o meglio per le nomamme con età superiore a 36 anni l'esame era consigliato e gratuito, in alternativa per le neomamme più giovani potevano scegliere di farlo a proprie spese. Questo tipo di esame comporta dei rischi: il rischio più importante è la possibilità di aborto dopo il prelievo. Per questo è consigliabile rivolgersi ad un centro specializzato ed ad un medico competente. La mia esperienza in questo senso non è stata per niente positiva. L'esame è stato eseguito dal primario dell'ospedale ma senza controllo ecografico perché in quel momento la macchina non funzionava. Essendo alla mia prima esperienza e comunque pensando di essere in buone mani esegui ugualmente l'esame. Risultato: non è stato prelevato materiale sufficiente per l'esame. Il gentilissimo professore mi ripropose di rifare lo stesso esame la settimana successiva ovvero quasi alla quattordicesima settimana. Il che rifiutai consapevole che l'esame doveva essere eseguito entro la dodicesima settimana di gestazione. Optai per l'amniocentesi e fissai la data per l'esame. 

...
...
29 agosto 2015 23:50 Elena aggiunto il nuovo diario

Lo stress

Sono tutte così nervose le mamme in gravidanza? Come fare a non arrabbiarsi e rimanere sempre serena e tranquilla quando gli ormoni si cambiano e mi fanno andare fuori di testa. a volte sento proprio delle onde di rabbia, a volte divento sensibilissima e ho voglia di piangere sempre. Brontolo per ogni cosa, mi lamento, mi arrabbio, insomma, sono insopportabile! Capisco mio marito quando mi dice che non ce la fa più, io invece voglio che viene ad abbracciarmi e a consolarmi. Lo so che la gravidanza non è una malattia e devo controllare me stessa e le mie emozioni, ma tante volte sono più forti di me. Sembra che tutti hanno dimenticato dello mio stato, e mi sfruttano come se fossi come sempre. Se fosse stato incinta mio marito sarebbe rimasto a letto per tutto il periodo chiedendo il massaggio e lamentandosi, altro che cucinare, pulire e stirare per tutti...

...
...
25 agosto 2015 01:12 Eugenia aggiunto il nuovo diario

Andare di corpo

Ciao ragazze! So che è un problema di tutte le donne incinta, e avevo letto un sacco di articoli sul tema su internet, ma il problema rimane irrisolto. Sin dall'inizio della gravidanza non riesco di andare di corpo come prima, mi sembro una capra! Poi avevo letto che non si può nè prendere il lassativo, né fare il clistere. Niente! E allora cosa deve fare una povera donna? Bevo tantissima l'acqua, mangio la frutta e verdura, faccio anche un pò di ginnastica, ma ogni mattina la stessa storia... Magari esiste qualche té alle erbe che possono prendere anche le donne gravide? oppure ci sarà qualche soluzione, perchè io non ce la faccio più! Se non vado di corpo dopo mi sento male, irritata, come se qualcosa non andasse bene. Come si fa in mio caso?

...
...
13 agosto 2015 00:40 arianna aggiunto il nuovo diario

toxoplasmosi

La gravidanza di liam è filata liscia per quanto può esserlo una seconda gravidanza. Infatti chi ci è passato sa che il riposo è optional e contrazioni e dolorini sono all'ordine del giorno. La frase più ricorrente quando ci visita la nostra ginecologa o l'ostetrica è "stai un po a riposo " ma come si fa con un nanetto che dipende ancora da te e marito a lavoro fino a tardi ? Apparte questo inizia la trafila degli analisi e al quarto mese risulto positiva alla toxoplasmosi.  Vale a dire che l'avrei contratta tra il primo e il secondo trimestre. Panico. Questa infatti è l'epoca più a rischio che compromette lo sviluppo degli organi fondamentali. In pratica il mio bimbo che già sentivo muovere , poteva avere da un gravissimo ritardo fisico e psichico , a nulla. Si perché non si sa quantificare il danno, anche una eventuale miocentesi non è precisa in quanto può identificare solo determinate mutazioni. Vi dico solo che sotto dove lavoravo c'era una ditta di carrozzine per invalidi, quanti bimbi vedevo ogni giorno e che stretta al cuore ! Ho passato un mese in lacrime e non sapevo che fare. Da una parte la voglia di avere comunque questo MIO figlio, dall'altra la consapevolezza di una scelta che avrebbe gravato perfino sull'altro mio figlio per tutta la vita.  Non so alla fine quale decisione avrei preso , so solo che in entrambi i casi la mia vita sarebbe cambiata. Per fortuna il mio ginecologo mi consiglio' di rifare il test che molto spesso viene sbagliato. Era un falso positivo. Nessuna toxoplasmosi e mio figlio stava bene. Che immensa gioia. O comunque qualsiasi cosa aveva in serbo per noi il destino non dipendeva da una mia negligenza nel mangiare ma era un volere superiore. Non fermatevi mai davanti ad un analisi sballato ma cercate di avere una riprova immediata. 

...
...
10 agosto 2015 01:37 Chiara aggiunto il nuovo diario

non sapevo di essere incinta!

Sembra assurdo ma é cosi!! Fino alla 19 settimana non sapevo che dentro di me c'era una piccola fagiolina. Il ciclo é sempre stato regolare forse un po meno abbondante ma é sempre stato presente. Poi una mattina avevo una strana nausea e li ho cominciato a sospettare qualcosa. Ho fatto il test ed era positivo!! Quanta felicità!!! L'ho detto subito al mio compagno e anche lui ne era felicissimo. Dopo 3 anni di relazione e 1 di tentativi saremmo diventati anche noi genitori. Sono andata subito dalla ginecologa e ho fatto tutti gli esami del caso ma alcuni era già tardi per farli avendo passato il primo trimestre. Per fortuna tutto é andato bene,Francesca é nata sana e cresce bene.

...
...
8 agosto 2015 00:00 Elena aggiunto il nuovo diario

Vino in gravidanza

Ciao a tutte! E voi come fate con il vino in gravidanza? Niente l'alcool per tutto il periodo? Oppure si può bere ogni tanto un bicchierino di vino rosso? O magari la birra? Tutti i medici dicono che in gravidanza non si può bere neanche un pò perché quelli "radicali" circolano nel sangue tranquillamente e non si filtrano quindi arrivano anche nel "cibo" del bambino. Però ci sono alcuni ricercatori che dicono invece che un bicchiere di vino rosso buono, di buona qualità, non è  che non fa male, ma addirittura può fare bene alla salute della futura mamma e fare del "buon sangue". Poi ho sentito anche delle voci che permettono di bere un pò di birra alle donne incinta. Cosa ne pensate? Io insomma al mio posto posso permettermi un sorso ogni tanto al pranzo però bevo subito anche tanta acqua. 

...
...
4 agosto 2015 23:45 Eugenia aggiunto il nuovo diario

Il mal di schiena

Ecco che sono cominciate delle bellezze della gravidanza! Finora non ho avuto nè tossicosi nè qualche altro disturbo. Facevo la vita normale come se non fossi incinta. Ma da qualche giorno che ho iniziato a sentire il mal di schiena forte. Mi fanno male i reni, non lo so, la schiena vicino alla vita ogni tanto non sento proprio perchè si indurisce e sento i dolori forti e acuti. So che bisogna fare degli esercizi, non sforzarmi, non portare i pesi, ma come posso fare se devo sollevare sempre il bimbo? é grande ormai, pesa troppo! In più a casa c'è sempre qualcosa da sollevare, per non dire che devo fare le pulizie e quindi chinarmi sempre. Non posso certo chiamare sempre mio marito a darmi una mano per ogni singola cosa. ieri ho fatto il bagnetto a Igor e oggi non riesco a camminare dritta! Chi sa cosa mi spetta dopo!

...
...
30 luglio 2015 00:47 Elena aggiunto il nuovo diario

Attenti con prezzemolo

E non solo con prezzemolo, tante altre piante aromatiche sono proibite in gravidanza perchè possano provocare l'aborto. La verdura e l'insalata sono indicatissimi nel periodo di gravidanza, ma con le erbe tipo spezie e molto verdi bisogna stare attenti. Io ho mangiato l'insalata di verdura fresca (pomodori, cetrioli, insalata) e li ho messo tanto prezzemolo e dopo ho sentito un pò di mal di pancia.

...
...
25 luglio 2015 16:59 Elena C. aggiunto il nuovo diario

Quanti integratori in gravidanza

Io personalmente ho preso l'acido folico prima di rimanere incinta, passato il mese dopo l'aborto inizia a prenderlo subito il medio mi  aveva detto che sarei rimasta incinta con molta facilità....infatti la cicogna è arrivata tre mesi dopo. Durante tutta la gravidanza e l'allattamento ho assunto Materna dha l'acido folico l'ho preso fino alla 21 settimana se non ricordo male ma in aggiunta prendevo già dal 4 mese magnesio e potassio perché avevo sempre la pressione molto bassa ed ero stanchissima, solo dopo aver provato a fare ( dico provato perché alla fine non l'ho fatta) la curva glicemica mi è stato prescritto un gastroprotettore perché avevo forti bruciori di stomaco che mi impedivano di mangiare e nutrire la bimba...insomma quai un mutuo di integratori per la gravidanza :))

...
...
22 luglio 2015 00:04 Eugenia aggiunto il nuovo diario

Il fumo

Dico la verità: prima della gravidanza fumavo! Non tanto, 8-10 sigarette al giorno (rispetto a un fumatore medio è poco, perchè quelli che fumano veramente e sul serio, consumano un pacchetto al giorno, cioè 20 sigarette, come mio marito ad esempio). Non appena ho saputo che sono rimasta incinta ho smesso subito. Grazie Dio non avevo neanche tanta voglia di fumare, poi ero emozionatissima. Ho cambiato subito lo stile di vita e le abitudini della famiglia. Non andiamo più alla discoteca o al ristorante ma al parco. Ma mio marito fuma ancora. é quello che mi fa arrabbiare spesso e causa tanti litigi. Fumasse almeno fuori dalla casa! Di giorno fuma solo fuori casa, ma di notte quando noi dormiamo (io e piccolo) io sento che lui fuma nella sua stanza... come faccio a costringerlo di smettere o almeno non fumare in casa... 

...
...
17 luglio 2015 23:43 Eugenia aggiunto il nuovo diario

Acqua

Ragazze, quanta acqua dobbiamo bere di preciso? La mia ginecologa mi ha detto che devo bere 2 litri di acqua al giorno, in più gli altri liquidi tipo thè, caffè, succhi, anche le minestre... Io bevo tantissima acqua! Ma non riesco mai a bere 8 bicchieri grandi al giorno, non mi va proprio! Ho iniziato a segnare pure tutti i bicchieri di acqua che bevo al giorno e mi fermo a 5-6. Ogni volta che entro in cucina prendo un biccherone. Alla mattina la mia faccia è gonfia! Secondo me, è troppa tutta questa acqua! 

...
...
15 luglio 2015 23:20 Eugenia aggiunto il nuovo diario

Il gelato italiano

Nella mia gravidanza mi viene di mangiare tutte le cose buone e non ho nessuna voglia di cibo brutto. Ho tanta voglia di mangiare i pomodori freschi con un pò di sale, le pesche, le albicocche, l'anguria... Certo, il gelato lo considero il cibo buonissimo per salute, soprattutto se è fatto in Italia. Il gelato italiano è una favola, nessuno al mondo non è capace di preparare il gelato così buono e naturale. Anche in Turchia ho assaggiato il loro gelato artificiale con la polvere di pistacchi sopra che sembrava qualche spezia, ma è molto diverso da quello italiano, anche se è buono. in Italia il gelato sembra il frutto stesso, dissetante, con lo zucchero misurato... Lo voglio sempre!!!  

...