Avete trovato un errore
nei contenuti?

MammBook

Lo sviluppo del bambino da 2 a 3 mesi
Altezza (cm): 56.9-57.7
Peso (kg): 5.01-5.29
Circonferenza cranica (cm): 38-39
Circonferenza del torace (cm): 37-38

Il primo periodo chiave, dopo la nascita è passato però l’organismo del bambino continua a crescere a ritmi elevati. 

Lo sviluppo fisico

Durante il secondo mese il bambino deve aggiungere ancora un quarto del suo peso attuale, cioè circa 800 grammi (100-200 grammi in piu o in meno non importa). In questo periodo la statura del bimbo aumentera di un decimo (3-4 cm). Immaginate questi ritmi della crescita nell’uomo adulto!  

Come se foste  il 10 % piu alti a novembre che a ottobre!  E a dicembre ingrassate del 25% di chili in piu rispetto il peso che avevate a novembre!

Per rendere l'idea, è come quando un seme nei primi giorni inizia a germogliare e già pochi giorni dopo ti accorgi che ha già sviluppato buona parte del suo stelo e iniziano a svilupparsi le prime foglie...ecco un bambino nei primi mesi di vita inizia proprio così la sua formazione fisica, molto velocemente.

In nessun’altra fase della sua vita l’organismo dell’uomo, si sviluppa con una velocità  simile a quella dei primi mesi della vita.  Nell’arco del secondo mese la circonferenza del torace del bambino aumenterà di 15-22 mm, quella del cranio  in media lo stesso, la massa del cervello crescerà di 40-50 grammi. Tutti gli organi e sistemi del bimbo ssi viluppano attivamente.

Questi ritmi frenetici della crescita dell’organismo sono impensabili senza  rifornimenti di energia. In questo periodo il bambino dorme circa 18-20 ore al giorno e in 24 ore mangia la quantità di latte uguale a un quinto della sua massa corporea.

In altre parole, se adesso il bimbo pesa 4 chili la quantità del latte da lui consumato sarà circa 800 grammi.  Però questi sono indici generali e i genitori non si devono angosciare se il loro bimbo rimane sveglio di piu perchè ogni bambino è unico. Quindi durante l’allattamento la mamma non dovrebbe  porre  ne a se, ne al bimbo nessun limite. Di solito un bambino sano, sente molto bene di quanto latte necessita e lo fa sapere alla mamma. Il sonno di lunga durata e il nutrimento abbondante sono le essenziali fonti di energia che permettono al bimbo questi veloci tempi di sviluppo. Se entro la fine del secondo mese non avete ancora stabilito il regime del sonno e dell’alimentazione e il bimbo mangia e dorme poco vi consigliamo di rivolgervi al pediatra.  

Quali sono le capacità motorie che vengono acquisite dai bimbi durante il secondo mese?

Il bimbo solleva la testa e riesce a tenerla eretta 20-30 secondi.  Quando lui è sdraiato sulla pancia solleva leggermente  la testa e il torace e li tiene in questa posizione  per un po’. Le braccia e le gambe sono rilassate e lui le tende in tutte le direzioni.  Se qualcuno mette il piccolo nella posizione seduta lui  potrebbe dondolare la testa. La contrazione incontrollabile dei muscoli avviene molto piu raramente che durante il primo mese. Il bimbo è in grado di tenere il sonaglio o un altro oggetto con tutto il palmo  della mano. I suoi pugnetti non sono completemente chiusi e lui  li può agitare senza nessun motivo.

Parliamo un po’ della pelle del bambino e dei trattamenti necessari. La nostra cute svolge alcuni ruoli importanti. Prima di tutto è la barriera contro l’influenza di moltissimi fattori aggressivi dell’ambiente sull’organismo dell’uomo, poi un sensore che percepisce i segnali esterni piu svariati è un termoregolatore molto efficace. La salute e il benessere del bimbo dipende tantissimo dalla condizione della pelle. La cute dei lattanti ha una serie di peculiarità dovute all’età che non le permettono di resistere pienamente a traumi e  infezioni.  Per questo motivo la mamma e il papà dovrebbero prestare un'attenzione particolare al  suo corretto trattamento.

Come deve essere organizzato il processo del bagnetto del lattante? Parliamone in modo dettagliato.

Bisognerebbe fare il bagnetto al bambino sempre alla stessa ora prima di una delle poppate serali. Cosa vi servirebbe: vaschetta per neonati, caraffa per fare una risciacquata, termometro per bagnetto, bagnoschiuma per bambini, asciugamano grande. Dopo il bagnetto servirà (preparate in anticipo) la biancheria  e i vestiti lavati (calzini, cappellino, camicetta, ecc.), pannolini   puliti,  bastoncini ovattati, il sapone delicato, la crema e l’olio per neonati. Quando avete tutto pronto potete iniziare. Il locale dove si intende svolgere il bagnetto dovrebbe avere una temperatura di 24-26 gradi centigradi. Nell’acqua si aggiunge un po’ di bagnoschiuma delicato senza lacrime che non provochi delle irritazioni cutanee e non secchi troppo la pelle del piccolino. La durata del bagnetto per un bimbo di meno due mesi d’età deve essere da 2 a 5 minuti e nei prossimi due mesi può essere prolungata fino a 12-15 minuti. 

Come si deve organizzare il rituale del bagnetto?

Fate scorrere l'acqua nella vasca fino ad un livello di circa 12 centimetri, così anche le spalle del bambino saranno coperte d'acqua. La temperatura dell'acqua di circa 38 gradi Celsius calda ma mai caldissima. Portate il vostro bambino vicino al bagnetto e spogliatelo.  Fate scivolare il vostro bambino lentamente ma tenendolo bene nell'acqua del bagnetto. Con una mano sorreggete la testa e il collo del bambino. Versate con regolarità con la mano destra piena d'acqua sul corpo del bambino  così non prenderà freddo. Se il bambino è nervoso e piange non abbiate fretta, sorridete e parlate teneramente con lui.

Lavate il vostro bambino con la vostra mano, una spugna o una pezzuola di spugna dall'alto al basso e dal davanti al dietro.  L’ordine è seguente: si lava prima il collo e il petto, la pancia, le braccia e le gambe, la schiena e solo dopo la testa.  La testa del bimbo va sciacquata ogni giorno perche di solito suda molto. Però se volete lavare i capelli al bimbo con lo shampoo non fatelo piu spesso di due volte alla settimana. Inclinate la testa del bimbo sostenuta con la mano  all’indietro, versate  un po’ d’acqua cominciando dalla faccia fino alla nuca e mettete due gocce di shampoo. Massaggiate un po’ la testina e dopo togliete bene la schiuma.   Dei bastoncini ovattati inumiditi sono molto adatti per la pulizia degli occhi e del viso. Tamponate leggermente i resti di mucose essiccate nelle narici e nei contorni degli occhi, così da ammorbidirli e poterli eliminare più facilmente. La vagina o il pene li potete lavare normalmente due volte alla settimana con il sapone e ogni giorno senza. Fate attenzione particolare a tutte le pieghe cutanee del corpo del piccolino.

Sciacquate bene il vostro bambino prima di toglierlo dal bagnetto. Per farlo, sorreggete con una mano la sua nuca e la testina, con l'altra mano il sederino, tenendo ferma contemporaneamente una coscia con il pollice e l'indice. Muovetevi cautamente e tenete ben fermo il vostro bambino. Avvolgete il vostro bambino in un asciugamano e asciugatelo subito. Dopo mettetegli un pannolino pulito. Nel caso che la sua pelle sia secca, dovreste usare una crema o una lozione delicate. Tutte le pieghe devono essere ben asciugate. Adesso il bimbo  è pulitissimo, contento e assolutamente pronto per ricevere il latte della sua mamma adorabile.

Al secondo mese di vita ai bimbi piace saltellare e dondolarsi in braccia dei genitori oppure accovacciarsi comodamente sul petto del papà.

E’ arrivato il momento di fare una visita al pediatra, oculista, neuropatologo  e ortopedico. Lo peseranno e misureranno la statura e le circonferenze del torace e del petto.

Lo sviluppo psichico.

A questo punto il bambino  adopera  gli organi della vista e  dell’udito con piu sicurezza che nel primo mese di vita. L’evoluzione dell’organo della vista è impressionante e il bimbo è in grado di fissare lo sguardo fino a 30 secondi  sugli oggetti fermi che attirano la sua attenzione. Questa concentrazione visiva è un segno importantissimo dei progressi dello sviluppo del bimbo. Si notano anche cambiamenti nel processo della concentrazione dell’attenzione del bimbo sugli oggetti in movimento. Il bambino  con grande interesse segue con lo sguardo  gli oggetti che si muovono a  tempo moderato e si aiuta girando la testa. Potete fare un semplice sperimento per convincervi muovendo un sonaglio di colore acceso a destra e a sinistra a 50 centimetri davanti alla faccia del bambino. Notate come sono maturate le capacità visive del vostro piccolino? Adesso il bimbo è capace  gia catturare lo sguardo della mamma e del papà.

E come  è migliorato l’udito?  Nel secondo mese il bimbo fa i tentativi di determinare la posizione dell’oggetto suonante nello spazio. Fate un altro test semlice. Basta suonare il sonaglio 10 secondi fuori dal campo visivo del piccolo (ma non piu lontano di un metro da lui) e vedrete come lui si immobilizzerà per un attimo e poi comincerà a girare la testa a destra a sinistra cercando di trovare la fonte del rumore. A parte dei sonagli  e altre fonti artificali del suono il bimbo si mostra interessato alle voci umane.  Se vi mettete a parlare dolcemente con il bambino sdraiato nel lettino trovandosi vicino a lui ma fuori dal suo campo visivo lui girerà la testa per poter vedervi meglio.

Insieme con lo sviluppo degli organi della vista e dell’udito si manifesta un gran progresso nella sfera delle emozioni. Quando un adulto si rivolge al bimbo  con la voce dolce  lui reagisce con un sorriso sincero e smagliante. Fra tutti gli oggetti che capitano nel suo campo visivo il piccolo cerca di distinguere quelli vivi da inanimati. Cosi, il bimbo presterà molto piu attenzione a un altro bambino vicino a lui che  al sonaglio preferito. Il bimbo esaminerà “il suo collega” con grende interesse e avrà l’aspetto molto pensieroso. Alcuni bimbo sono gia capaci non solo sorridere ma anche ridere istintivamente.  Qualche volta il loro riso appena si sente, l’altra invece è molto  fragoroso. Queste prime risate sono una gioia enorme per tutti i genitori senza eccezione.

Inoltre, adesso è gia  molto probabile che il bimbo vi porti una grande soddisfazione  pronunciando primi singoli suoni e facendo gridolini come “a”, “o”, “e”, “u”. Alla fine del mese invece  ci potrà aggiungere  un po’ di consonanti . Il parlare del bimbo è sempre pieno di emozioni. Il piccolo sente bene l’umore di chi lo circonda e può mostrare l’ansia se vede qualcuno dei suoi cari amareggiato. Le capacità cognitive si sviluppano a gran passo. Quando fa qualche segnale con il pianto può sembrare che aspetta la reazione degli adulti. Si vede che si fida piu della mamma. Inizia a capire il legame associativo tra il pianto e l’arrivo del cibo e dell’aiuto.

Alla fine del secondo mese sparisce il riflesso di marcia automatica.