Avete trovato un errore
nei contenuti?

MammBook

Lo sviluppo del bambino dai 2 anni e 3 mesi ai 2 anni e 6 mesi
Altezza (cm): 88.66-90.06
Peso (kg): 13.28-13.5
Circonferenza cranica (cm): 49-50
Circonferenza del torace (cm): 51-52

A partire dai 2 anni l’attività del bimbo diventa finalizzata. Adesso la cosa piu importante per lui è ottenere qualche risultato e non il processo dell’esplorazione di oggetti come era prima.

Lo sviluppo del bambino dai 2 anni e 3 mesi ai 2 anni e 6 mesi.

A partire dai 2 anni l’attività del bimbo diventa finalizzata. Adesso la cosa piu importante per lui è ottenere qualche risultato e non il processo dell’esplorazione di oggetti come era prima. Proprio per questo motivo, spesso, il piccolo preferisce oggetti reali a giocattoli. Giocando cerca di imitare qualcuno e questo diventa il suo modo per comprendere il mondo che lo circonda.

Non abbiate fretta di aiutarlo, perchè è lui che dovrebbe riuscire a fare quello che prima era troppo difficile. Insegnategli a giocare senza correggerlo troppo e stimolate la sua voglia di imitare.

Il piccolo sa bene cosa vuole, pensa di poter raggiungere il suo obiettivo ed è pronto a difendere i propri diritti. Per questo motivo ogni tanto può comportarsi aggressivamente, litigare con genitori e non accettare tutto quello che gli offrono.

Cercate di non perdere la pazienza e non discutere con il bimbo, permettendogli di fare tutto, basta che non sia pericoloso per lui e gli altri. Se  gli volete proibire qualcosa fatelo in maniera decisiva e non troppo spesso. Siate rispettosi delle sue idee e quando è possibile permettetegli di fare la sua scelta da solo.

Lo sviluppo fisico

  • Sa correre e saltare  bene.
  • Sa stare sulla punta dei piedi.
  • Calcia il pallone con precisione.
  • Sale e scende le scale senza l'aiuto di nessuno.
  • Sa girare bene le pagine del libro.
  • Alcuni bambini sanno gia tenere bene la matita ( con tre dita).
  • Aiuta la mamma nel vestirlo.

Lo sviluppo psichico.

  • Il bambino capisce il concetto di molteplicità di oggetti.
  • È capace di provare non solo la gioia, la rabbia, la soddisfazione e l’irritazione ma anche l’orgoglio; che è il sentimento piu complesso. Il bambino può sentirsi fiero dei suoi successi.
  • Aspira all’autonomia e preferisce fare tutto da solo. 

Quali giocattoli sono piu adatti ai bambini di quest’età?

Acquistate giocattoli che aiutano a  sviluppare le facoltà intellettive, stimolano la logica e l’immaginazione.

Per esempio:

  • le costruzioni diverse, 
  • mosaici 
  • birilli
  • diversi giocattoli con i lacci. Può essere qualche animaletto con le parti da collegare con i lacci. I bambini non solo si divertono giocando ma acquistano delle nuove abilità.
  • Le cornici con le figure geometriche di diversi colori ad incastro che sono state proposte da Montessori e aiutano a sviluppare la flessibilità di pensiero e l’immaginazione spaziale. 
  • Le cornici o le tavolette di legno (anche proposte da Maria Montessori) che aiutano i bambini a capire il concetto di frazioni. E’ una tavola con tre cerchi incastrati colorati divisi in alcuni segmenti. Formando il cerchio con alcune parti il bimbo capisce cosa sia la metà, un quarto ecc.

Come convincere il piccolo a mettere in ordine i  suoi giocattoli?

I bambini fanno fatica a mettere in ordine le loro cose e ancora di piu a capire perche’ lo si deve fare. Pensano come siano strani questi genitori che preferiscono vedere la casa in ordine. Non dovete mettere la casa a posto da soli, oppure tormentare il piccolo proponendogli i compiti difficili da realizzare. Trasformate il dovere in un gioco. Trovate qualche scatola grande e spiegate al bimbo che è l’aspirapolvere per raccogliere i giocattoli che però non è capace di farlo da solo e chiede il suo aiuto. Provate questo gioco e forse il piccolo sarà interessato al gioco, i vostri nervi  saranno risparmiati e la casa pulita.