Avete trovato un errore
nei contenuti?

MammBook

Lo sviluppo del bambino da 1 anno a 1 anno e 3 mesi
Altezza (cm): 74.78-75.78
Peso (kg): 10.04-10.66
Circonferenza cranica (cm): 46-47
Circonferenza del torace (cm): 46-47

Lo sviluppo del bambino da 1 anno a 1 anno e 3 mesi

Nell’arco del primo anno di vita il suo piccolino è cambiato parecchio. E’ cresciuto di 20-25 cm, il suo peso è triplicato e lui ha imparato a bere  con la tazza senza nessun aiuto, appoggiarla sul tavolo e usare diversi oggetti quando gioca. Probabilmente sa già camminare. Inoltre, il bimbo conosce i nomi di tanti oggetti, il proprio nome e i nomi delle persone con chi sta, sa comunicare utilizzando le parole più semplici, capisce quando gli si dice che non si può fare qualcosa, risponde alle vostre richieste non troppo difficili,  compie le azioni che ha imparato bene. Quanti progressi in un periodo cosi breve! Di sicuro vi sentite orgogliosi del vostro piccolo campione!

Dunque, ha preso il via il secondo anno della vostra nuova vita con il piccolo.

Nella prima metà del secondo anno di vita in generale avviene il perfezionamento e la fissazione delle abilita’ acquisite alla fine del primo anno. Prima di tutto il piccolo migliora la capacità di camminare.

A un anno e mezzo il bimbo riesce a mettere il piede oltre gli ostacoli ed inizia a correre. A questa età il bambino è molto attivo e può correre alcuni chilometri in una giornata. E non si stanca per niente! Ha già un concetto della distanza e della posizione degli oggetti nello spazio intorno a lui. La sua elevata  attività motoria rinforza il suo interesse per tutto quello che lo circonda. Il piccolo esploratore vorrebbe toccare tutto e provare con i propri dentini qualsiasi cosa.

Il vostro bimbo dipende dagli adulti per molti aspetti, soprattutto dalla mamma. Però aspira all’autonomia, esprime il suo malcontento con il pianto, fa il testardo se non lo si capisce, gli piace comunicare con gli adulti e lui sa già fare il furbetto, stupirsi di qualsiasi cosa nuova e si rallegra con tutto il cuore. E’ pieno di energia ed è sempre pronto a regalarcene un bel po’.

Ogni bambino ha il suo individuale tempo di sviluppo. Diversi bambini scoprono le proprie potenzialità nei momenti diversi. Però esistono gli indici di sviluppo che suggeriscono quando e come il bimbo deve iniziare a camminare, correre, disegnare, leggere e scrivere. Possono aiutare genitori a capire quali capacità dovrebbe avere il bambino entro una certa età. Se i termini si allungano si parla del ritardo della crescita che può essere provocato da qualche malattia oppure da poca attenzione prestata al bimbo dagli adulti.

Guardate la lista delle abilità di cui dovrebbe impadronirsi il vostro piccolo entro un periodo. Non allarmatevi se il bimbo non è ancora capace di fare alcune cose. E’ solo un suggerimento che  dovreste aiutarlo ad allenare le proprie abilità. Se  prestate al bimbo un minimo della vostra attenzione e cominciate ad insegnargli qualcosa in maniera ludica o fargli vedere delle immagini o leggere i libri, i tempi del suo sviluppo vi stupiranno. Però se la vostra preoccupazione non passa e al bimbo mancano troppe caratteristiche necessarie chiedete il consiglio del pediatra e dello psicologo.

Lo sviluppo fisico.

  • Fa dei tentativi di scappare dal seggiolino.• Sa gattonare molto bene e andando a carponi fa le scale con la facilità impressionante.
  • Aiutato può essere già in grado di fare le scale camminando.
  • Cammina senza aiuto.
  • Gira per le stanze dell’appartamento un po’ gattonando e un po’ a piedi.
  • Sa indietreggiare.
  • E’ capace di arrampicarsi sui mobili.• Sta seduto bene sul seggiolino.
  • Tira, calcia e fa rotolare la palla.
  • Usa diversi oggetti della vita quotidiana: spazzolino da denti,  tazza, piattino, cucchiaio, pettine ecc.
  • Sa mangiare da solo.
  • Apre le porte di tutti gli armadi e dei comodini, tira fuori il loro contenuto.
  • Aiuta l’adulto a vestirlo, cerca la manica della giacchetta, mette il piedino nella scarpa.

Lo sviluppo psichico.

  • Al bimbo piace giocare a palla.
  • Gli interessa il contenuto di tutti i cassetti, tira fuori tutto quello che c’è dentro e lo esamina ore e ore.
  • Usa piatti e oggetti di toeletta.
  • Adora “parlare” al telefono.
  • Ama fare le passeggiate, non vede l’ora di uscire di casa e aiuta la mamma a vestirlo.
  • Manifesta le sue emozioni, bacia e abbraccia il giocattolo preferito, la persona amata.
  • Se gli fanno fare qualcosa che non gli piace si arrabbia e dimostra la sua voglia di indipendenza..
  • Conosce non solo i visi ma anche i nomi delle persone che stanno con lui. Capisce di chi si parla quando si pronuncia il nome.
  • Reagisce bene se gli chiedono di prendere il cucchiaio o dare il giocattolo o tirare la palla, ecc.
  • Mostra interesse per oggetti più complicati dei giocattoli, cerca di capire come sono fatti.
  • Gli piace tirare fuori gli oggetti dalla scatola e rimetterli dentro, chiudere la scatola con il coperchio.
  • Gioca volentieri con i cubetti mettendoli uno sopra l’altro.
  • Può giocare con tutti gli oggetti che sono a portata di mano: scarpe, tazze, pentole, cosmetici della mamma, ecc.
  • Parla con gli oggetti con cui gioca.
  • Prova a disegnare.

Che tipo di attività fisica è consigliabile a quest’età?

Non si può imporre nessun tipo di esercizi ai bambini, perciò cercate di trasformare la ginnastica in un gioco avvincente da fare sia a casa che all’aperto. Potete mettere un cd per  creare l’atmosfera ancora più piacevole. La ginnastica va fatta ogni giorno oppure un giorno si e uno no 30-40 minuti dopo colazione oppure dopo il riposino del dopo pranzo.

Mettete al bimbo in pantaloncini corti, maglietta e calzini e date aria alla stanza prima di fare ginnastica. Preparate tutto il necessario per il vostro divertimento: giocattoli divertenti, una palla grande, un hula hoop, un tappetino.

Primi passi.

Il bambino sta in piedi appoggiato al divano, la poltrona, ecc. Mettetevi non lontano dal bimbo e chiamatelo facendo vedere un giocattolo dai colori accesi,  avvicinandolo o allontanandolo. Ripetete l’esercizio 2-4 volte.

Sedersi con l’hula hoop in mano.

Il bimbo e l’adulto tengono l’hula hoop insieme con le due mani. Chiedete al bimbo di sedersi e fatelo insieme a lui continuando a tenere l’hula hoop. Ripetete 5-6 volte.

Strisciare usando l’hula hoop.

L’adulto tiene l’hula hoop e il bimbo può vedere un giocattolo collocato d’altra parte. Il bimbo striscia dentro per afferrarlo e si mette in piedi. Se mettete il giocattolo sul tavolo sarà ancora più difficile e interessante. Il bimbo tenderà le braccia per poter prenderlo. Ripetete 4-6 volte.

Strisciare sotto l’ostacolo.

Mettete un giocattolo sulla sedia alta 40-50 cm. Prendete un bastone e tenetelo non lontano dalla sedia  a 30-50 cm dal pavimento. Chiedete al bimbo di passare sotto il bastone e prendere il giocattolo. Ripetete 3-4 volte.

Flessioni del corpo.

Mettete il bimbo sulle vostre ginocchia. Tenete i suoi polpacci con le gambe e fategli fare 3-4 flessioni del corpo in avanti e indietro.

Rotolare la palla.

Mettetevi insieme con il bimbo sul pavimento uno di fronte all’altro. Rotolate la palla in qualsiasi direzione. Ripetete 6-8 volte.

Arrampicarsi su qualcosa (cassetto, divano, ecc.)

Prima chiedete al bimbo di arrampicarsi sul piccolo cassetto di 10-15 cm, dopo sul divano più alto. Ripetete 2-3 volte.

Flettersi per prendere un giocattolo.

Mettete 2-3 giocattoli negli angoli diversi della stanza. Stimolate il bimbo a flettersi per raccogliere i giocattoli. Ripetete 2-3 volte.

Tirare la palla.

Il bimbo sta in piedi senza appoggio e tiene una palla grande con le due mani. Chiedetegli di tirare la palla dove vuole. Ripetete 4-6 volte.

Sollevare le gambe.

Mettete il bimbo sulla schiena sul tappetino. Tenete un bastone sopra le sue gambe a distanza di 50-60 cm. Chiedete al bimbo di toccare il bastone con i piedini. Ripetete 3-4 volte.

Camminare

Il bambino sta in piedi senza appoggio. Stimolatelo a camminare 5-8 metri per la stanza aiutandolo un po’ se ne ha bisogno.