Avete trovato un errore
nei contenuti?

MammBook

9 8 10

9° settimana di gravidanza

La 9° settimana di gravidanza corrisponde all’incirca alla settima settimana dalla data del concepimento. Poiché determinare la data esatta della fecondazione è difficile, dal momento del concepimento può passare anche dalle sei alle otto settimane.
La nona settimana ostetrica apre il terzo mese del vostro stato "interessante". Naturalmente, poche persone intorno a voi potranno accorgersi dei cambiamenti accorsi al vostro corpo, e soprattutto capire la vera causa dei frequenti cambiamenti di umore. Vi può potrà tradire solamente la nausea frequente che pero’ fortunatamente non colpisce tutte le donne incinte.
Tuttavia, la donna sulla nona settimana è già a conoscenza del suo stato anche grazie alla presenza di certi sintomi, grazie ai quali è facile riconoscere la gravidanza e’ probabile che a questa settimana la mamma abbia già compiuto la prima vista ginecologica.

Che cosa succede alla 9° settimana di gravidanza

La nona settimana di gravidanza, è caratterizzata da diversi cambiamenti nel corpo della donna. Forse avete già notato che il vostro vestito preferito "per la figura" è diventato un po' stretto per voi nella zona vita. Tuttavia, la gravidanza esteriormente non è ancora evidente per altri.

L'utero alla nona settimana aumenta leggermente di dimensioni, ma le sue pareti stanno subendo solo una leggera distorsione. Ora è il momento di comprare una buona crema per prevenire le smagliature. Meglio se avrà una quantità sufficiente di vitamine A ed E.

Le sensazioni alla 9° settimana di gravidanza

In questo periodo potreste esservi accorte di aver perso un po’ di peso; questo è dipeso dal fatto che molte donne in questo periodo avranno sofferto di nause. Essa è caratterizzata da sintomi spiacevoli, come la nausea, il vomito, l’intolleranza all'odore del cibo, il profumo preferito, e così via. Di conseguenza, una perdita di appetito e perdita di peso sarà da considerarsi normale. Tuttavia, se nelle ultime due o tre settimane non vi ha tormentato la nausea allora il vostro peso probabilmente ha cominciato gradualmente a crescere. In ogni caso, questo aumento è insignificante.

In questo periodo la donna potrà accusare stanchezza persistente, le vertigini frequenti, che si verificano a causa della brusca rotazione della testa, o un cambiamento nella posizione del corpo. Si deve prestare attenzione per evitare svenimenti.

Uno dei sintomi soggettivi della gravidanza, più evidente in questo periodo è un netto aumento, e l’inturgidimento del seno. Così, il vostro corpo si sta preparando per l'imminente processo dell'allattamento al seno. All'inizio della 12 settimana il seno può aumentare di una taglia. A causa di questo fenomeno si potrebbero presentare le prime smagliature.

Il feto alla 9° settimana di gravidanza

Alla nona settimana di gravidanza continua lo sviluppo attivo del cervello del feto. È già diviso in due emisferi, e ora sta iniziando la sua formazione il dipartimento cerebrale responsabile del coordinamento.

Aumenta la crescita muscolare, un po’ si ingrossano gli arti. Ora, i movimenti del feto sono più coordinati. Comincia a muovere le gambe e le braccia. Gli arti superiori si sviluppano meglio perché hanno il sistema di afflusso di sangue più sviluppato.

Le dita delle mani si allungano, stanno scomparendo le membrane tra loro presenti in precedenza. Si formano i palmi delle mani. Alla nona settimana di gravidanza, accade un raddrizzamento significativo della schiena dell'embrione e la scomparsa della coda.

La vita intima

Se non ci sono controindicazioni  e non sussiste la minaccia di interruzione della gravidanza, allora potete continuare ad avere i rapporti sessuali in questo periodo. Il sesso nelle prime settimane di gravidanza non è vietato, ma è comunque da ritenersi sconsigliato. Può provocare il sanguinamento uterino a causa di aumento della sua tonicità. È necessario prestare la massima attenzione. Se improvvisamente appaiono le perdite scuri o marroni alla 9 settimana di gravidanza, si dovrebbe astenersi dal sesso. In questo caso, si raccomanda un consulto ginecologico. Le perdite biancastre e giallastre sono considerate nella norma.

L’alimentazione della donna incinta

Particolare attenzione deve essere prestata alla dieta di una donna incinta. Dopo tutto, tenendo conto dell'impatto della nausea che si sarà  presentata fin dalle prime settimane, tanti alimenti potranno non essere graditi alla mamma e sommati agli alimenti non consentiti, la varietà di cibi che la donna introdurrà sarà davvero esigua. L'alimentazione può ora diventare un vero problema. Potreste avvertire disturbi nel dopo pasto molto sovente, addirittura ad ogni pasto mentre potreste avvertire quasi una dipendenza a certi tipi di prodotti che prima della gravidanza non vi interessavano affatto.

E' meglio mangiare poco ma spesso. Ciò contribuirà a far fronte agli  attacchi di nausea e garantirà la fornitura di sostanze nutritive per il corpo. Ciò è particolarmente vero per la prima metà del giorno. Poiché il fenomeno della nausea normalmente è più fastidioso al mattino ecco perché è consigliabile frazionare la solita colazione in 2-3 porzioni separate e consumarla in tempi diversi.