Avete trovato un errore
nei contenuti?

MammBook

41 40 42

41° settimana di gravidanza

Nove mesi sono passati, e il bambino non ha ancora deciso di nascere? Il parto non arriva? Questo non è un motivo per preoccuparvi. La gravidanza post-termine è considerata con il termine oltre le 42 settimane.
A vostra disposizione c’è ancora un po’ di tempo.

Come si sente il bambino

E’ pronto per la nascita. Tutti gli organi e sistemi sono abbastanza sviluppati e possono in qualsiasi momento cominciare ad esercitare indipendentemente le loro funzioni. La vernice caseosa è quasi scomparsa, rimanendo solo nelle pieghe e negli avvallamenti,  nelle zone cutanee più delicate che necessitano di protezione.

La crescita delle unghie e i capelli continua allo stesso ritmo. L’intestino ha ormai una propria peristalsi ed in alcuni tratti ha gia accumulato meconio.

Alla 41° settimana di gravidanza la placenta inesorabilmente invecchia, le membrane che separano il feto dal il corpo della madre diventano più penetrabili rendendo cosi possibile il passaggio delle grandi molecole. Gli anticorpi del vostro corpo, penetrando nel sangue del bambino, diventano la sua prima difesa contro quelle malattie che normalmente il sistema immunitario di  un organismo adulto gestisce facilmente.

Come si sente la madre

Nel corpo, dalla scorsa settimana non ha portato alcun cambiamento significativo. Rimane solo l’attesa che crea una grande aspettativa. La domanda: "Quando arriverà il bambino" - rimane la più importante.

Non abbiate fretta né voi, né il bambino, né la natura. Il parto alla 41° settimana di gravidanza, è considerato dai medici normale, il bambino nato in questo periodo non è considerato post-termine. La data prevista del parto, è solo per l’appunto definita PREVISTA, assolutamente non è precisa.

Il momento in cui accade che inizi la fase del travaglio è determinata da un insieme di fattori: la durata del ciclo, il tempo esatto d’uscita dell'ovulo dal momento della fecondazione. Voi potete calcolare tutto questo al minuto? No. E la natura l’ha stimato. Lei vi propone solo aun ampio lasso di tempo nel quale probabilmente il vostro bambino verrà al mondo. 

La gravidanza post termine

Viene considerata cosi solo la nascita dopo 42 settimane. Tra le cause che la provocano, distinguiamo: un forte calo del volume di liquido amniotico, e per questo l’attività del parto diventa troppo lenta; la mancanza di acqua davanti (bolla piatta); l'immaturità della cervice; acqua fangosa da meconio; fontanelle e suture strette sul cranio del bambino; la pelle secca del bambino.

Inoltre altre condizioni che possono influenzare una nascita post termine sono:  mamma che ha già compiuto  più di 30 anni oppure le primipare che allo stesso modo spesso posso arrivare oltre termine.

Dopo le 42 settimane il parto è stimolato in vari metodi.

Situazione interessante con la prosecuzione

Così, abbiamo scoperto che la gravidanza è normale anche se il parto arriva intorno al 10° mese in questo caso potreste ancora aspettare oppure decidere con il medico di indurre chimicamente il parto. Se non ci sono problematiche particolari, questa normalmente è una scelta che spetta a voi.

In ogni caso, dovete capire che il flusso di sangue placentare a questo punto sta peggiorando, e il bambino riceve molto meno sostanze nutrienti. Per decidere, è necessario accettare di eseguire una serie d’esami per determinare lo stato del feto e il flusso sanguigno della placenta.

Se tutto va bene, si può tranquillamente continuare la gravidanza. Tanto più che ora è permesso tutto quello che nelle settimane precedenti era invece sconsigliato: il sesso con il marito e un bicchiere di vino rosso prima di cena. Ora avete un motivo per essere felici!