Avete trovato un errore
nei contenuti?

MammBook

36 35 37

36° settimana di gravidanza

Il trascorrere dei giorni fa sì che sia voi che il vostro bambino siate sempre più pronti al momento del parto. Il vostro medico è in attesa di vostre notizie. La borsa per l'ospedale in questo periodo deve essere già pronta. Continuate a parlare con altre mamme che hanno partorito da poco, Continuate ad informarvi leggendo letture specifiche.

La gravidanza di 36° settimane — il peso del bambino

Nel normale corso di gestazione del bambino, e in assenza di scarsità d'acqua, di solito alla gravidanza di 36° settimane  il peso del bambino è nella normalità, sicuramente non sarà sottopeso.

Laltezza di 46-48 cm e il peso di 2,6-2,8 kg, il bambino diventa meno attivo, ma questo come detto dipende esclusivamente dal fatto che ha meno spazio per muoversi, Ma ciò non toglie che dovete comunque sentirlo più volte nella giornata.

Le guance del bambino sono piuttosto paffutelle a causa del fatto che lui costantemente si succhia il dito, e questo serve per prepararsi a ricevere il cibo dopo la nascita. Una volta fuori dalla pancia della mamma il bimbo dovrà esercitare una certa forza per poter mangiare; non saràpiùfacile come adesso. Oltre a succhiare il bambino esegue movimenti di deglutizione e di respirazione.

Il piccolo cuoricino ormai è completamente formato, mentre in fase di ultimazione sono il sistema nervoso, immunitario e endocrino, che devono maturare ancora un po. Il bambino continua a ricevere l'ossigeno a lui necessario attraverso il cordone ombelicale.

Come si sente la madre

L'aumento di peso ottimale a 36° settimane dovrebbe essere di 12 kg. Se avete preso un po' di più- va bene, dopo il parto sarà facile eliminare i chili superflui. L'utero è nella sua posizione più alta: 14-15 cm sopra l'ombelico, e 36 dalla sinfisi pubica.

A volte avrete la sensazione che il bambino sbatta con le gambe sotto al cuore, ma questo non dura a lungo. Nel periodo di 36-37 settimane di gravidanza, la testa del bambino va nel bacino, rendendo più facile il processo di respirazione alla mamma. Ma a volte capita che la testa non si abbassi. Se per la mamma non è il primo parto allora potrebbe succedere che lei avverta questi disguidi fino alla nascita del bambino.

A causa di uno stiramento delle ossa potreste avvertire dolore al bacino. Questo è causato dalla pressione dellutero esercitata sugli altri organi, situazione che  è responsabile delle minzioni  più frequenti. La cervice dellutero durante questo periodo comincia ammorbidirsi e ridursi, il corpo si prepara al parto imminente. Tuttavia, alcuni bimbi non hanno la pazienza, e cosìnascono un po' prima del tempo: il parto alla 36° settimana di gravidanza non è una rarità.

La 36° settimana di gravidanza: si indurisce la pancia

In questo periodo dovete monitorare attentamente la vostra salute, ascoltate il vostro corpo. Se sono apparsi i dolori lombari prestate lattenzione alla loro durata. Se è apparso un dolore simile ad una sensazione di trazione alladdome, prestate attenzione alla sua durata e alla frequenza con cui compare. Se però alla 36° settimana doveste notare contemporaneamente tutti questi segni e sintomi allora contattate velocemente il vostro ginecologo: può essere che il parto sia imminente.

Il parto alla 36° settimana di gravidanza

Il vostro corpo vi segnala che il parto è davvero vicino. Le mamme normalmente in questo periodo si soffermano a pensare se hanno acquistato tutto ciò che servirà a loro e loro bambino.

Visitate il vostro medico una volta alla settimana e cercate di spostarvi il meno possibile. Ricordatevi di non esagerare che state mettendo a rischio la vita di due persone contemporaneamente: la vostra e quella del vostro bambino. È consigliabile che stiate a casa che vi rilassiate. Queste accortezze serviranno anche a scongiurare un parto prematuro. 

Se è difficile alzarsi

In questo periodo la donna noterà una fatica eccezionale anche a svolgere le cose più semplici come alzarsi dal letto. Se siete in queste condizioni è consigliabile che non vi alziate improvvisamente ma che iniziate girandovi sul fianco per poi mettere giù i piedi e quindi alzarvi.

Anche se amate i tacchi dovete assolutamente abbandonare questi tipi di scarpe; da questo periodo in poi la priorità è la vostra salute e non la bellezza. Ora vi dovete soffermare sui consigli che vi sono stati forniti durante il corso di preparazione alla nascita.